Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Lo straordinario ritrovamento archelogico israeliano



Nelle acque di Cesarea, uno dei maggiori siti archeologici israeliani, i due sub Ran Feinstein e Ofer Raanan hanno rinvenuto per puro caso un tesoro di epoca romana, risalente a 1600 anni fa. I due sommozzatori hanno allertato immediatamente la Israel Antiquities Authority, che ha esplorato il relitto con l`aiuto di volontari e ora si sta occupando dello studio e della conservazione degli straordinari reperti. Jacob Sharvit, il direttore dell`Unità di Archeologia marina dell`Israel Antiquities Authority e il vicedirettore Dror Planer ritengono che si tratti "di scoperte altamente importanti che, a parte la loro straordinaria bellezza, sono di significato storico", tanto da rappresentare il ritrovamento israeliano più importante degli ultimi 30 anni. Sono state trovate statuine di bronzo, monete, giare e altri manufatti, tutti meravigliosamente conservati all`interno della stiva di una nave mercantile inabissatisi nei mari antistanti il porto di Cesarea presumibilmente all`epoca dell`imperatore Costantino e di Licinio, come sembra dai due mucchi, di circa 20 chili, di monete con sovrimpressa l`immagine di Costantino (312-324, d.C.) e anche di Licinio. Gli oggetti in metallo sono reperti archeologici rari perché nell`antichità venivano il più delle volte fusi e riciclati. Inoltre la sabbia ha protetto gli oggetti, garantendo loro un ottimo stato di conservazione. Nella nostra gallery vi mostriamo alcuni di questi straordinari reperti.