Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Le creazioni di Marjolein Dallinga


Marjolein Dallinga

Il Giardino delle delizie


il Museo del Tessuto ospita Il Giardino delle delizie, la prima mostra personale in Italia della felt-maker Marjolein Dallinga. Quattordici grandi opere in feltro, ispirate all’omonimo dipinto di Hieronymus Bosch, verranno allestite all’interno delle sale espositive del Museo fino al 29 gennaio prossimo, in un percorso magico e surreale che le armonizza coi tessuti e i macchinari antichi. Originaria dell’Olanda, attualmente residente in Canada, Marjolein Dallinga ha avviato le sue prime esperienze artistiche dedicandosi al disegno e alla pittura. Successivamente si è interessata all’infeltrimento della lana, tecnica che, per possibilità creative e plastiche, si armonizza appieno con la sua sensibilità per il colore e per le forme. Le opere presentate al Museo del Tessuto sono espressione del subconscio dell’artista e rispecchiano la fascinazione per il mondo naturale. Il suo immaginario prende vita attraverso fantasiose istallazioni che assumono forme di creature surreali morbide e allungate, sospese oppure alla ricerca della terra, cariche di colori cangianti dalle infinite sfumature che richiamano i fenomeni naturali. Un`opera verrà anche esposta all’interno della hall dell’Istituto Culturale di Documentazione Lazzerini, la biblioteca comunale cittadina che con il Museo del Tessuto condivide gli spazi del Polo Culturale Campolmi. Per tutta la durata della mostra, il Museo dedicata una tariffa speciale a tutti i possessori della tessera di prestito interbibliotecario del Sistema Bibliotecario Provinciale Pratese: un ingresso ridotto ad Euro 3.