Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Maya desnuda di Goya

Maya desnuda di Goya

Dipinta attorno al 1800, rappresenta contemporaneamente una delle vette dell'arte di Goya ed uno dei quadri più "scandalosi" della storia dell'arte. Unitamente al suo gemello, la "Maya vestida", la tela apparteneva al potentissimo Manuel Godoy che poteva permettersi di tenere in casa un nudo del genere in tempi in cui esso era proibito dalla Chiesa. Caduto in disgrazia Godoy, il dipinto venne "scoperto" ed a Goya toccò addirittura finire davanti all' Inquisizione, dalla quale si salvo solo per intercessione di un influente cardinale. Fortunatamente la "Maya" fini' nelle collezioni reali pur restando "invisibile" fino all'inizio del XX secolo. La tela tuttavia continuò a suscitare scandalo, se è vero che ancora negli anni Trenta le Poste spagnole le dedicarono un omaggio filatelico e i direttori delle poste americane rifiutavano di accettare la corrispondenza cosi' affrancata perché offensiva della decenza. L'opera d'altra parte è audace e singolarissima per l'epoca e la rappresentazione del nudo femminile è sensuale e conturbante senza che la protagonista sia indcata come una figura mitologica, ma al contrario è una seducente donna in carne ed ossa, viva e reale