Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

La pazza di Giacomo Balla

La pazza di Giacomo Balla

Dipinto nel 1905 e conservato alla Galleria Nazionale di Roma, rappresenta al meglio la stagione pre-futurista di Balla, quella in cui il pittore aderisce al Divisionismo e ed al Verismo, di cui approfondisce soprattutto l' aspetto sociale, raffigurando spesso soggetti che vivono ai margini della società. La figura rappresentata è quella di una vicina di casa di Balla, Matilde Garbini, malata di mente, che non può che colpirci con il suo atteggiamento stravolto e le movenze disarticolate. L'accurata restituzione della luce e lo studio delle sue vibrazioni, preludono già agli sviluppi futuristi che porteranno al famoso Manifesto del 1910.