Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Steve McCurry, Oltre lo sguardo a Cinecittà

Ancora per pochi giorni, fino al 20 settembre, il Teatro 1 a Cinecittà ospitai la splendida mostra Steve McCurry, oltre lo sguardo, curata da Biba Giacchetti e Peter Bottazzi.

 Il primo incontro tra Steve McCurry e Cinecittà è avvenuto pochi anni fa ed è stato subito un colpo di fulmine. Tra i set e i magazzini della città del cinema il suo obiettivo ha colto nuove suggestioni arricchendo la sua ricerca di un sapore surreale. Conosciuto in tutto il mondo per i suoi strepitosi ritratti e i reportage che ha realizzato in alcuni dei paesi più difficili del pianeta, McCurry aveva infatti orientato la sua sensibilità anche in altre prospettive, allargando l’orizzonte della sua ricerca verso una dimensione quasi metafisica dello spazio e dell’umanità che lo attraversa o lo sospende con la sua assenza..

Proprio a partire dalle foto scattate a Cinecittà, la nuova mostra di Steve McCurry, presenta al pubblico i suoi lavori più recenti e una serie di scatti che sono legati a questa sorprendente ricerca, che si spinge oltre lo sguardo, che attraversa porte e finestre per raccontare lo spazio e la luce, per vincere il dolore e la paura. Non mancano, in mostra, alcune delle sue immagini più conosciute, a partire dal ritratto di Sharbat Gula, pubblicato per la prima volta su National Geographic, la ragazza afgana che è diventata una delle icone assolute della fotografia mondiale.

Peter Bottazzi  ha saputo trasformare lo spazio del teatro 1 in una dimensione metafisica, creando un allestimento che sconfina nello spazio  e invita il visitatore ad  aprire il terzo occhio portandoci davvero oltre lo sguardo nell’universo di Steve Mccurry.

Steve Mccurry, Oltre lo sguardo

Teatro 1 Cinecittà

fino al 20 settembre 2015

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo