Seguici    
Accedi
 

Pollock a Milano

Pollock e il gruppo dei famosi 18 artisti, i cosiddetti irascibili, sono in mostra a Milano. Questi artisti, arrabbiati per definizione e incompresi per l’America degli anni 50’, vengono tutt’ora ricordati così a seguito di un episodio, proprio del Maggio del 1950,  in cui venne organizzata una mostra d’arte contemporanea al Metropolitan di New York e loro non vennero inclusi, poichè promotori di un linguaggio pittorico nuovo, affrancato dal passato e rivolto unicamente all’espressionismo astratto. Per protesta, i 18 artisti con a capo il giovane Pollock, scrissero una lettera di disapprovazione fotografandosi vestiti da banchieri. La notizia dilagò su tutti i media e ben presto la definizione “irascibili” si diffuse. Ma la loro celebrità non fu solo legata a quest’episodio: essi usarono la tela come uno spazio per la libertà di pensiero e di azione dell’individuo, dando così vita a quella che poi fu chiamata “Scuola di New York”, fenomeno che caratterizzò tutta l’America del dopoguerra e successivamente l’arte moderna in tutto il mondo. La mostra, di oltre 60 capolavori provenienti dal Whitney Museum di New York, apre la celebrazione dellʼ“Autunno Americano” a Milano. Guest star della mostra lʼopera Number 27 di Pollock. Le altre opere esposte in mostra coprono un arco storico che va dalla fine degli anni Trenta alla metà degli anni Sessanta. Saranno presenti alcuni tra i capolavori più rilevanti della collezione del Whitney, accanto a opere di artisti presumibilmente meno noti, ma rappresentative della loro maturità e della loro epoca.

Pollock e gli irascibili,

Palazzo Reale - Milano

fino al 16 Febbraio 2014.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo