Seguici    
Accedi
 

Matisse il pittore che amava la figura

E' stato uno dei maggiori pittori del secolo scorso, eppure in Italia non è stato particolarmente amato ed " esplorato", nonostante la solare mediterraneità delle sue opere. Ecco perchè la mostra di Palazzo dei Diamanti, a Ferrara,  dedicata ad Henri Matisse è particolarmente importante. Il filo conduttore dell'esposizione, come ci racconta Maria Luisa Pacelli, direttrice di Palazzo Diamanti, è costituito dalla figura, specie quella femminile,  la cui rappresentazione è stata una costante di tutta l'opera di questo grande artista francese. Un' altra lodevole caratteristica della mostra ferrarese è quella di mettere in stretta relazione la produzione pittorica, scultorea e disegnativa. Un centinaio di opere provenienti da musei e collezioni private di ogni parte del mondo, racconterà l’avventura attraverso la quale Matisse, al pari di Picasso, si è ispirato al più classico dei temi, quello appunto  della figura, e ne ha sovvertito la rappresentazione tradizionale. Si potranno inoltre ammirare opere che documentano bene le varie fasi del lungo percorso di questo grande artista: dall'autoritratto ora al Centre Pompidou del 1900 alle opere del Dopoguerra che riflettono l'incanto della Costa Azzurra e la riscoperta di Ingres e Renoir, fino alle opere realizzate negli anni della vecchiaia.  Una buona occasione dunque per vedere o rivedere una città incantevole e i lavori di un  maestro che ha cambiato il corso dell'arte del Novecento.

" Matisse. La figura.  La forza del colore, l'emozione del colore." Ferrara, Palazzo dei Diamanti, 22 febbraio - 15 giugno

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo