Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

"L`ultima notte" di Correggio: alla riscoperta di un capolavoro del nostro Cinquecento

E un luogo incantevole ed ospita  senza dubbio  un capolavoro del nostro Cinquecento, eppure non è conosciuto quanto meriterebbe. Stiamo parlando della "Camera di San Paolo" che Antonio Allegri, detto il Correggio, dipinse a Parma tra il 1518 ed il 1519. Anche nota come la "Camera della Badessa",  è un ambiente dell'ex Monastero di San Paolo, di cui il grande pittore emiliano decorò la volta  e la cappa del camino..

 La camera faceva originariamente parte di un complesso di sei ambienti, che costituivano l'appartamento personale della committente, la  badessa Giovanna da Piacenza. La funzione di questo ambiente in particolare non è nota: forse studiolo, forse sala di rappresentanza o forse, a giudicare dalle stoviglie incluse nella decorazione,  sala da pranzo.

E' invece noto che nel 1524  la Camera venne chiusa incorporandola nella zona di clausura del convento e se ne perse velocemente la memoria, rimanendo sostanzialmente ignota per più di due secoli. Riscoperta sul finire del Settecento, la "Camera" è ormai riconosciuta come una delle più alte creazioni del nostro Rinascimento.

E' dunque ampiamente meritoria l' iniziativa dell' associazione "Parma, io ci sto !", nata dall’idea di un gruppo di imprenditori con l’intento di contribuire direttamente al rilancio della città; per l’Associazione, la cultura e il patrimonio culturale di Parma rappresentano uno dei principali elementi attraverso cui promuovere e incrementare il turismo e sviluppare la fruibilità della città. Per questo motivo l' associazione ha deciso di sostenere  il progetto di valorizzazione di quest' opera cosi' importante; esso comprende la nuova illuminazione, un film breve d’autore,  e infine la pubblicazione di un volume di ricerca storico-artistica. Tutto ciò per far sì che questo luogo possa accogliere un numero sempre più alto di visitatori.

Il breve film che vi proponiamo, scritto e diretto da Irish Braschi ed interpretato da Massimiliano Davoli e Cristiana Vaccaro,  è dunque anche un invito a scoprire o riscoprire questa meraviglia dell' arte italiana.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo