Seguici    
Accedi
 

Ecco cosa succede al Museo MAXXI nel 2019

 Ecco cosa succede al Museo MAXXI nel 2019

Il Museo MAXXI di Roma, che nel 2018 ha avuto 204.000 visitatori, ha presentato il programma per 2019, promettendoci un viaggio nella creatività italiana 
tra grandi maestri dell’arte, della fotografia, dell’architettura e del design.

Il Museo presenterà nel corso del 2019  tredici mostre tra le quali quattro sono mostre monografiche su Paola Pivi, Paolo di Paolo, Maria Lai e Giò Ponti e tre sono i focus dedicati a Formafantasma, Elisabetta Catalano e Enzo Cucchi.

Risultati e programma sono stati illustrati da Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI, Hou Hanru, Direttore artistico del MAXXI, Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura, Bartolomeo Pietromarchi, Direttore MAXXI Arte e Pietro Barrera, Segretario Generale Fondazione MAXXI.

“Stiamo lavorando con sempre maggiore energia per continuare a garantire al nostro pubblico un’offerta culturale ricca e di qualità - dice Giovanna Melandri -. Al MAXXI dialogano arte architettura, fotografia, design, ma anche cinema, letteratura, fumetto, scienza e alta tecnologia. Siamo orgogliosi di essere un luogo dove la grande vitalità della creatività contemporanea e la libertà degli artisti si manifestano senza frontiere, contribuendo alla dimensione sociale ed educativa del museo”.

In seguito qualche dettaglio in più sulle mostre programmate:

Paola Pivi, classe 1971, Leone d’oro alla Biennale di Venezia nel 1999, è la protagonista della prima monografica della nuova stagione, PAOLA PIVI. World Record: un progetto site specific immersivo e coinvolgente, dove si alternano opere storiche e lavori più recenti, tra scultura e installazione (a cura di Hou Hanru e Anne Palopoli, 3 aprile - 8 settembre 2019).

Sempre il 3 aprile, apre al pubblico il focus dedicato a Elisabetta Catalano. Tra immagine e performance, che indaga il rapporto tra la sua fotografia e la performance proponendo ritratti di artisti (Joseph Beuys, Fabio Mauri, Vettor Pisani, Cesare Tacchi) nella fase gestionale del processo performativo (in collaborazione con Archivio Catalano, a cura di Aldo Enrico Ponis, 3 aprile – dicembre 2019).

Paolo di Paolo. Mondo Perduto è la grande monografica dedicata a uno straordinario fotografo dell’Italia tra gli anni Cinquanta e Sessanta, che ha pubblicato sul settimanale Il Mondo di Pannunzio più di 500 fotografie, ritraendo protagonisti del mondo dell’arte, della cultura, della moda, del cinema, accanto a gente comune. Tra le sue foto, riscoperte dopo più di 50 anni di oblio, quelle di Pier Paolo Pasolini, Tennesse Williams, Anna Magnani, Kim Novak, Sofia Loren e Marcello Mastroianni (a cura di Giovanna Calvenzi, 17 aprile, giugno 2019)

At Home / A Casa. Dalle collezioni di Architettura del MAXXI indaga l’eterno tema dell’abitare attraverso le opere della collezione, dal dopoguerra ai nuovi modi di abitare il pianeta (a cura di Margherita Guccione e Pippo Ciorra, 17 aprile 2019 – marzo 2020). La mostra è accompagnata dal focus TERRE IN MOVIMENTO, che racconta attraverso gli occhi di 3 grandi fotografi - Olivo Barbieri, Paola De Pietri e Petra Noordkamp - il paesaggio marchigiano dopo il terremoto (a cura di Pippo Ciorra, Carlo Birrozzi, in collaborazione con Cristiana Colli, 17 aprile – agosto 2019).

Continuano le collaborazioni internazionali, nell’ambito del progetto Expanding the Horizon: questa volta sono protagonisti i capolavori della collezione dell’IVAM (Institut Valencià d’Art Modern) con la mostra AL NORTE DE LA TORMENTA. Da Robert Rauschenberg a Antoni Tàpies, da Bruce Nauman a Juan Muñoz, (a cura di Hou Hanru con Chiara Bertini, 22 maggio – 8 settembre 2019). Nel 2020 un focus sulla collezione del MAXXI sarà ospitato nelle sale dell’IVAM.

Maria Lai. Tenendo per mano il sole è la grande monografica che il MAXXI dedica a questa importante e singolare artista in occasione del centenario della nascita. Esposti oltre 100 lavori, dai primi anni Sessanta alle ultime ricerche, tra cui libri cuciti, sculture, opere pubbliche e i suoi celebri telai (a cura di Bartolomeo Pietromarchi e Luigia Lonardelli, con Archivio Storico Maria Lai, 19 giugno 2019 – gennaio 2020).

Enzo Cucchi, tra i principali esponenti della Transavanguardia, la cui opera Porta addormita nel 2018 è entrata in collezione, è protagonista di un focus che presenta alcune sue opere recenti (27 settembre 2019 – gennaio 2020).

Alighiero Boetti, Elisabetta Di Maggio, Yoko Ono, Remo Salvadori, Sean Scully sono alcuni artisti della grande collettiva TUTTO. O della materia spirituale dell’arte, che trae ispirazione dall’opera ultima di Boetti, Tutto, e riflette su quei percorsi artistici che cercano una dimensione altra, assoluta. In mostra grandi opere e installazioni, immersive e coinvolgenti (a cura di Bartolomeo Pietromarchi, 11 ottobre 2019 – marzo 2020).

Gio Ponti. Amare l’architettura è la grande retrospettiva che il MAXXI dedica al geniale architetto e designer a quarant’anni dalla scomparsa, raccontandone la poliedrica attività (in collaborazione con lo CSAC di Parma e Gio Ponti Archives, a cura di Maristella Casciato e Fulvio Irace con Margherita Guccione, Salvatore Licitra, Francesca Zanella, 7 novembre 2019 – aprile 2020).

Oltre alle mostre il MAXXI offre una vasta programmazione di  altri iniziative culturali; lezioni d’arte, architettura, design e fotografia; incontri con i protagonisti delle mostre e della Collezione; presentazioni di libri, con l’obiettivo di avvicinare i diversi pubblici ai temi del contemporaneo, ma anche cinema, educazione, formazione e ricerca. Per saperne di più  cliccate qui MAXXI

La foto dell'articolo è  l'opera Untitled (donkey), 2003 di  Paola Pivi,

Tags

Condividi questo articolo