Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Arte Fiera 2016. Una giovane gallerista e il tema delle identità migranti

In occasione di Arte Fiera 2016 a Bologna, che si è conclusa da pochi giorni, abbiamo incontrato una giovane gallerista ferrarese, Maria Livia Brunelli, che ha scelto per il suo stand il tema delle identità migranti.

Gli artisti che lei ha scelto di portare a Bologna hanno realizzato una serie di opere che vertono su questo tema. Stefano Scheda ha riflettuto sul bagaglio culturale che ogni immigrato porta con se, stampando su delle infradito immagini dei suoli calpestati nei paesi di provenienza. Un altra sua opera consiste in una foto di un mucchio di corpi maschili ammassati in uno spazio limitato che fa pensare all'interno di una barca, che l'artista ha voluto collocare per terra in modo da mettere il visitatore davanti a una scelta: calpestarla o meno.

Mustafa Sabbagh scava dentro l’animo di uomini e donne per scoprire le pieghe più intime di una “identità migrante”, mentre Liuba affronta il tema del viaggio dei rifugiati proponendoci una intensa performance in cui lo spettatore è invitato a mettersi nei panni di chi è costretto ad una convivenza coatta. 

Tra breve seguirà un'intervista approfondita sull'attività di Maria Livia Brunelli e la sua Home Gallery a Ferrara.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo